fbpx

Secondo te è un caso che i trader profittevoli diano maggiore importanza alla psicologia mentre i newbie trader si focalizzino più sulle strategie e le analisi?

Prima o poi ti renderai conto da solo che non è l’analisi che ti farà fare soldi ma bensì la psicologia corretta in relazione a quest’ultima. Suona strano sentirlo per la prima volta ma quando tornerai su questo post tra 2 anni (se sei più sveglio anche tra qualche mese) e capirai quanto è attuale e quanto aiuto può darti, forse lo salverai tra i preferiti.

👇👇👇

Sei in guadagno di 5.000 euro, tutto va alla grande.
Qualche ora dopo torni e il tuo guadagno si è ridotto a 3.000 euro.

A quel punto una mente non allenata inizierà a calcolare e analizzare i 2.000 euro mancanti che sono evaporati e inizierà ad attribuirgli una realtà fisica esistente. “Con quei soldi avrei potuto pagarmi una vacanza. Avrei potuto pagare 7 rate per la macchina. Avrei potuto comprare le scarpe nuove. Avrei potuto.”

Mentre pensi a queste cose dai un’occhiata all’operazione ed ora i soldi che fluttuano sono 2.000. Altri 1.000 evaporati.

👉 Stai soffrendo molto ed a questo punto il tuo cervello va automaticamente in protezione, lui odia il dolore, farebbe qualsiasi cosa per farlo cessare e di conseguenza ti induce a porre fine a questo malessere prendendo i soldi che sono rimasti e uscendo dall’operazione.

Dolore finalmente finito. Ma a questo punto potrebbe iniziare la vera tortura psicologica se i prezzi iniziassero ora a darti ragione. Avrai perso un’opportunità che era già tua solo per le tue mancanze psicologiche.

Ti ripeto, se sopravviverai all’industria del trading probabilmente tornerai su questo post tra qualche anno e capirai quello che ti sto dicendo, se tornerai probabilmente sarai cambiato e consapevole di quanto tempo hai buttato alla ricerca del solo metodo, dei soli segnali e degli strumenti più adatti e sarai finalmente pronto a iniziare la comprensione della psicologia di trading.

👉A quanti di voi è successa una situazione analoga a quella descritta? COMMENTA l’articolo.